Benin & Togo – domande frequenti

Fotografia:

Posso partecipare anche se non sono un fotografo e il mio interesse verso la fotografia è limitato?

Il tour è stato creato come avventura fotografica con l’accompagnamento di un fotografo guida professionista. Tuttavia il viaggio sarà talmente unico e spettacolare che anche i non-fotografi lo potranno apprezzare pienamente rimanendo a bocca aperta per i panorami mozzafiato, gli animali selvatici e le antiche tribù che andremo a visitare.

Che equipaggiamento fotografico è consigliato portare?

Questo naturalmente è molto soggettivo e dipende da vari parametri. Si consiglia una reflex digitale. Per diminuire il peso consigliamo di essere il più possibile flessibili nelle varie situazioni cercando di non cambiare spesso obbiettivo in ambienti avversi. Consigliamo un buon obbiettivo zoom (per esempio 24-120 mm) e in caso una lente a focale fissa tipo 35, 50 o 85 mm. Anche un buon grandangolo per i paesaggi è molto utile. Il cavalletto è necessario per le fotografie notturne e qualche paesaggio. Non dimenticate delle schede di memoria sufficienti (2 x 32 GB, 1 x 64 GB o anche di più in base alla Vostra macchina). Se volete portate anche un flash. Un filtro polarizzatore per i paesaggi si rivela spesso utile.

Cosa impareremo durante questo viaggio?

In viaggio sarete accompagnati da un fotografo di viaggio esperto, Catherina Unger, che vi assisterà su ogni problema “fotografico” e non mancherà mai di aiutarvi con la composizione fotografica, per le impostazioni della macchina fotografica e vi svelerà qualche trucco del mestiere.

L’intensità dell’assistenza fotografica dipenderà dall’interesse dei membri del gruppo. Al termine delle attività giornaliere, nel tempo che rimarrà alla sera, si svolgeranno delle sedute di post produzione (Lightroom, Photoshop). Catherina Unger è stata formata da uno dei maggiori Guru italiani di Adobe, vi aiuterà a trarre il meglio dalle vostre foto.

Devo portare un PC (laptop, macbook)?

No, non ce ne sarà bisogno. Ma puoi farlo se vuoi, per iniziare a trasferire le foto dalle schede di memoria e iniziare la post-produzione.

Assicurazione

 

Assicurazione sanitaria

Un’assicurazione sanitaria è d’obbligo per questo viaggio, ma non è inclusa nel prezzo. Se hai bisogno di assistenza chiedici informazioni, saremo felici di poterti suggerire la compagnia di assicurazioni più adatta nel tuo paese.

 

Assicurazione per equipaggiamento fotografico:

Nella maggior parte dei pacchetti di viaggio è inclusa un’assicurazione per il bagaglio ma solitamente è limitato a certe quote e non copre l’equipaggio fotografico.

Esistono invece compagnie assicurative specializzate in attrezzatura fotografica.

Benin e Togo – clima, equipaggiamento, salute, generale

Che clima?

A causa della posizione vicino al equatore il clima in Africa occidentale è tropicale. Fa caldo durante tutto l’anno con poca escursione termica durante le stagioni e durante i singoli giorni. Ci sono due zone climatiche in Benin & Togo – una nel sud e una nel nord dei paesi. Nel sud, vicino alle coste e fino a 200 km nel entroterra si trova un clima umido e caldo con due stagioni secche e due stagioni delle piogge nel anno e temperature tra 26 a 30°C tutto l’anno. Anche le temperature del oceano sono intorno ai 24-29°C nel Golfo di Guinea. Il periodo secco dura da Dicembre ad Aprile e da Luglio a Settembre. La parte del nord invece è influenzata dal clima più secco della zona del Sahel al sud del Sahara. C’è solo un periodo delle piogge che va da Giugno a Settembre. Nel periodo secco invece che va da Novembre a Maggio si manifesta spesso il famoso vento Harmattan che viene dal Sahara. Nel Nord si trovano anche delle escursioni termiche più ampie – a parte nei mesi di Luglio e Agosto le temperature raggiungono quasi sempre i 30°C, in Marzo e Aprile anche di più. Invece le notti sono fresche anche se raramente sotto i 20°C.

Che vestiti devo portare?

Suggeriamo di portare vestiti comodi e leggeri fatti di lana Merino, cotone, lino o altri materiali traspiranti lavabili velocemente. Per qualche sera e notte anche una leggera giacca di lana o una giacca antivento potrebbe essere necessaria.

Per le attività giornaliere consigliamo scarpe comode (anche sandali da trekking), mentre per le passeggiate nel bosco sono appropriate scarpe più robuste per via delle spine.

Non dimenticare il cappello. Non avrai bisogno di vestiti eleganti. Alcuni alberghi hanno una piscina, non dimenticare il costume da bagno! In Africa è un segno di rispetto di essere vestiti in modo appropriato. Pantaloncini o gonne troppo corte per le donne o pantaloncini per gli uomini non saranno molto apprezzati dalla popolazione locale. In alcune parti dei paesi potrebbe essere necessario che le signore coprono anche le spalle.

Che altro portare?

Una buona crema solare, il sole africano brucia! Occhiali da sole. Una torcia, a volte ci sono blackouts oppure avremo bisogno di luce per le nostre passeggiate fotografiche notturne. Un lenzuolo da viaggio e un asciugamano da viaggio potrebbero fare comodi.

Crema idratante- il deserto rende la pelle secca!

Non dimenticare le tue medicine – spesso saremo molto lontani dalla farmacia più vicina…Repellente insetti.

Occorre una buona preparazione fisica per questo tour?

Non sarà una vacanza particolarmente rilassante, è un viaggio pensato più per esploratori curiosi, anche se abbiamo inserito comfort il più possibile dove abbiamo potuto. Tuttavia le lunghe percorrenze in macchina o autobus saranno stancanti, ma le scene spettacolari e le pause che abbiamo previsto nelle zone più belle compenseranno la stanchezza!

In alcune giornate offriremo passeggiate e camminate, di solito nelle ore più piacevoli della giornata (di mattina o tardo pomeriggio) e la partecipazione è opzionale. Alcuni aspetti di questo viaggio potrebbero essere insoliti per il Vostro fisico – le temperature, il modo di viaggiare tutto il giorno, il cambio quotidiano di albergo e la cucina diversa da quella di casa. Questo tour è stato creato per persone con un po’ di flessibilità, mente aperta e curiosità. Questo deve essere considerato prima di prenotare.

Dove alloggeremo?

I due paesi africani fanno parte dei paesi più poveri del mondo. Naturalmente non offrono la stessa completa e perfetta infrastruttura turistica che conosciamo dal mondo occidentale. Comunque ci siamo impegnati a trovare per Voi tra le soluzioni disponibili quelle più belli, evitando però grandi alberghi di business (che esistono nelle capitali). Questo itinerario è stato creato per viaggiatori curiosi e aperti che accettano piccoli imperfezioni e vedono la scarsità delle risorse. Non sempre gli alberghi avranno wifi, alcuni non hanno acqua calda (solitamente con le temperature tropicali non se ne sente nemmeno la mancanza). Anche la colazione a volte è meno ricca di scelta che in Europa. In cambio incontreremo un’ospitalità calorosa, troveremo ambienti molto belli, giardini tropicali e gustose cene con pietanze locali e pesce fresco dall’oceano. Non tutti gli alberghi avranno aria condizionata ma spesso sono stati costruiti con trucchi architettonici intelligenti per rinfrescare gli ambienti. In ogni modo ci sarà sufficiente occasione per ricaricare batterie e telefoni.

Che tipi di cibo mi devo aspettare?

A parte alcune specialità molto gustosi locali troverete anche diversi piatti influenzati dalla cucina francese. Nella maggior parte degli alberghi Vi sarà offerto un menu internazionale, si sceglie tra pasta e riso, verdure, carne, spesso anche pesce fresco dal oceano. Ma non dovete perdervi alcune specialità locali fatti con mais o manioca, ma anche couscous o riso. Ci sono diverse salse fatte con verdure, carni, legumi, nocciolini. A volte i piatti sono piuttosto piccanti. Fateci sapere se avete specifiche esigenze alimentari (se vegetariani o con particolari allergie alimentari).

I pranzi non sono inclusi- come faremo?

Dipende, decideremo insieme al gruppo: a volte l’albergo potrebbe preparare un pranzo al sacco per noi, altre volte ci fermeremo in un cafè o ristorantino locale dove troveremo panini o piatti locali cucinati sul momento.

 

Benin & Togo – posti sicuri da viaggiare?

However we suggest to keep yourself informed before the tour by the Department of foreign affairs of your country and check the updated information about safety.

Paragonati con altri paesi africani Benin e Togo sono paesi relativamente sicuri per viaggiatori con un tasso di criminalità basso. Non sarà consigliabile camminare da solo di notte e portare con se preziosi gioielli e altri oggetti di valore. Tutto il viaggio sarete accompagnati da due guide (uno locale e la fotografa di viaggio che ha viaggiato in Africa tante volte). In ogni caso suggeriamo di tenervi informati prima della partenza con il Ministero degli Affari Esteri del vostro paese e controllare le informazioni aggiornate sulla sicurezza.

Quanto sono flessibili i programmi giornalieri? Ci sono varie opzioni?

Il nostro programma è abbastanza pieno perchè abbiamo inclusi tanti highlights in un lasso di tempo relativamente breve. Comunque ci saranno delle opportunità per soste spontanee lungo il tragitto.

Che valuta si usa?

CFA-Franc BCEAO (Franc de la Communauté Financière d’Afrique)

Cambio 1 Euro = 655.9570 Franco CFA BCEAO (Aprile 2018)

Le carte di credito (Visa o Master) sono accettate in alcuni alberghi e negozi. Gli ATM si trovano nelle città più grandi.

Come funzionano le mance in Benin & Togo?

Le mance sono sempre opzionali e devono essere date solo se siete davvero soddisfatti del servizio ricevuto. Nei ristoranti una mancia del 5-10% è comune. Anche le guide e i conducenti del viaggio apprezzeranno una mancia alla fine del viaggio.

Medicinali e profilassi malarica.

Benin & Togo sono due paesi molto poveri. Le standard igienico-sanitari e le condizioni degli ospedali non corrispondono con quelli occidentali. La via migliore per una vacanza sicura attraverso il paese è una buona prevenzione e un kit di primo soccorso ben fornito.

Non dimenticate gli antidolorifici, le pastiglie contro la diarrea, i disinfettanti, i cerotti e le fasciature. Anche un antibiotico a spettro largo potrebbe essere una buona idea.

Vaccinazioni e malaria: Staremo in area ad alto rischio malaria e raccomandiamo vivamente la profilassi antimalarica (malarone o generico) Informatevi direttamente con il vostro medico o con la vostra ASL locale sulla profilassi e vaccinazione più adatta per voi.

Non ci prendiamo responsabilità su informazioni sulla sicurezza e sulla salute! Rivolgersi agli enti competenti in merito.